Lo statuto

STATUTO COMITATO GENITORI ICS MONTESSORI

ARTICOLO 1: COSTITUZIONE

In base all’art. 15 comma 2 del D.L. 297/94 su iniziativa dei rappresentanti di classe, si costituisce il Comitato Genitori “Una buona scuola pubblica per tutti” dell’I.C.S. Montessori di San Giuliano Milanese.

Il C.G. non persegue fini di lucro, si dà una struttura democratica ed è un organo indipendente da ogni organizzazione partitica o confessionale. Si ispira ai principi del diritto allo studio, della libertà, dell’uguaglianza, del pluralismo e della solidarietà espressi negli articoli 3, 33, 34 della Costituzione.

Il Comitato ha sede presso la scuola elementare di Piazza Italia in San Giuliano Milanese.

Il Comitato utilizza il sito web: www.genitorimontessorisgm.it

L’indirizzo di posta elettronica del Comitato è info@comitatomontessorisgm.it.

ARTICOLO 2: ADESIONE

Possono aderire al Comitato tutti i genitori degli studenti iscritti all’ICS o chi ne fa le veci che ne condividono le finalità. L’adesione va formalizzata con richiesta scritta e accettazione dello statuto del Comitato.

L’adesione dura finché il genitore ha un figlio iscritto all’ICS Montessori; l’aderente può comunque chiedere espressamente per iscritto di prolungare l’adesione dopo l’uscita dello studente dalla scuola o di recedere prima dell’uscita.

Gli aderenti che prestano la propria opera a favore del Comitato, anche quali organi dello stesso, lo fanno per spirito di solidarietà e di volontariato e improntano il loro agire a correttezza e rigore.

ARTICOLO 3: FINALITA’

Le finalità del C.G. sono:

  • Favorire gli incontri e lo scambio di informazioni tra i genitori, per accrescere la reciproca conoscenza dell’ICS e in genere del mondo scuola e delle tematiche educative e sociali che lo riguardano, per stimolare le relazioni con gli Organi Collegiali (Collegio dei Docenti, Consiglio di Istituto, Consigli di Classe-Interclasse) e con la Direzione Didattica.
  • Sostenere e promuovere attività, incontri, conoscenza e confronti sulle tradizioni culturali e sociali delle famiglie di provenienza degli studenti, al fine di favorire la creazione di un ambiente scolastico e comunitario aperto e stimolante, esercitando il più forte contrasto all’intolleranza e al razzismo.
  • Incoraggiare la riflessione e il confronto sulle tematiche dell’istruzione e dell’educazione, con particolare attenzione agli effetti indotti dalle continue e talvolta contrastanti disposizioni legislative, per sollecitare un intervento attivo e propositivo.
  • Promuovere la partecipazione dei genitori alla vita della scuola formulando proposte al Collegio dei Docenti, al Consiglio di Istituto e al Dirigente Scolastico, in merito a: piano dell’offerta formativa (finalità educative e organizzazione scolastica), regolamento della scuola e carta dei servizi; educazione alla salute, educazione ambientale, educazione interculturale; iniziative extra-scolastiche; iniziative di formazione per i genitori; ogni altra iniziativa che contribuisca a rendere la scuola centro di sviluppo sociale e culturale del territorio.
  • Contrastare l’eventuale degrado degli edifici, delle strutture scolastiche, della mensa, dei trasporti, la mancanza di materiali o di personale proponendo, organizzando o dando voce a pratiche di azione collettiva che affrontino questi problemi.
  • Promuovere la comunicazione di rete tra scuole pubbliche, Comitati Genitori e tra chi vive e lavora al loro interno o ne è in ogni modo partecipe ed interessato, coinvolgendo il territorio e le sue istituzioni.
  • Informare l’opinione pubblica su tutto ciò che riguarda l’Istituto Montessori e più in generale la scuola pubblica italiana e le istituzioni scolastiche europee ed extraeuropee: normativa, pratiche didattiche, organizzazione interna, problemi emergenti…
  • Recuperare fondi da destinare all’ICS e alle attività del Comitato.

Il Comitato può svolgere tutte le attività connesse e strumentali alla realizzazione delle proprie finalità.

ARTICOLO 4: ORGANI DEL COMITATO

Gli organi del Comitato sono:

  • L’Assemblea;
  • Il Coordinamento composto dal Presidente, Vicepresidente e Segretario/Tesoriere;
  • I Gruppi di Lavoro, connessi ad ogni sede dell’istituto.

ARTICOLO 5: ASSEMBLEA

L’Assemblea è composta da tutti gli aderenti al Comitato. Possono altresì partecipare con diritto di parola ma senza diritto di voto, tutti i genitori non aderenti al Comitato. Se invitati dal Coordinamento, possono anche intervenire, senza diritto di voto, il Dirigente Scolastico, i docenti, i rappresentanti degli organi ufficiali della scuola, i rappresentanti delle istituzioni e gli esperti.

L’Assemblea è il luogo ove gli aderenti propongono, discutono e decidono le attività connesse alle finalità dell’art. 3.

L’Assemblea si riunisce ordinariamente almeno due volte all’anno e straordinariamente a seguito di convocazione del Presidente, sentito il Coordinamento, o su richiesta scritta di almeno 15 aderenti. La convocazione contenente l’ordine del giorno approvato dal Coordinamento è comunicata con un preavviso di almeno 5 giorni mediante affissione alla bacheca del Comitato o tramite i rappresentanti di classe o con avviso agli studenti.

L’assemblea si tiene di preferenza presso la sede del Comitato o, in caso di indisponibilità, presso altri locali nelle vicinanze della sede.

L‘Assemblea è valida qualunque sia il numero dei presenti, purché siano state rispettate le norme di convocazione. Le votazioni avvengono a scrutinio palese; è ammessa la delega ad un altro aderente; ciascun aderente non può però rappresentare più di due assenti. Sono approvate le delibere che abbiano ricevuto il voto favorevole della maggioranza semplice dei presenti.

Il verbale dell’adunanza è redatto dal Segretario; esso viene pubblicato sul sito dell‘ICS, affisso presso la sede e trasmesso alla Direzione Didattica, al Collegio dei Docenti, al Consiglio di Istituto.

ARTICOLO 6: COORDINAMENTO

Il Coordinamento è costituito da:

  • Un Presidente che rappresenta legalmente il Comitato Genitori di fronte alla dirigenza, agli Organi Collegiali della scuola, alle istituzioni locali e alla stampa, convoca e presiede l’Assemblea e il Coordinamento;
  • Un Vicepresidente che coadiuva il Presidente e lo sostituisce durante la sua assenza in tutte le sue funzioni, occupandosi anche dei rapporti con le altre scuole allo scopo di favorire la collaborazione tra i differenti Comitati dei Genitori all’interno del territorio e l’eventuale costituzione di commissioni miste aventi come oggetto i problemi comuni;
  • Un Segretario/Tesoriere che coadiuva il Presidente e il suo Vice, sostituendoli durante la loro assenza in tutte le funzioni e che ha, abitualmente, il compito di curare gli aspetti formali ed informativi del Comitato Genitori, tra cui la stesura del verbale di ogni Assemblea dei Genitori.

L’Assemblea sceglie per votazione a scrutinio segreto i componenti del Coordinamento. Ogni aderente può esprimere due preferenze. Il primo dei tre eletti è il Presidente, il secondo il Vicepresidente, il terzo il Segretario/Tesoriere.

Il Coordinamento si riunisce su convocazione del Presidente o su richiesta della maggioranza dei suoi membri per dare esecuzione alle decisioni assunte dall’Assemblea e per prepararne lo svolgimento. Assicura un contatto costante con la Direzione Didattica e gli Organi Collegiali della scuola durante l’anno scolastico, nonché con le istituzioni territoriali e con la stampa.

Il Coordinamento ha durata annuale; i membri vengono sostituiti, oltre che per decadenza naturale, per carenza di partecipazione (assenza susseguente e non giustificata per tre coordinamenti). Il Presidente può delegare alcuni compiti agli altri membri del Coordinamento.

ARTICOLO 7: GRUPPI DI LAVORO

L’Assemblea può costituire fra i suoi membri uno o più gruppi di lavoro e/o studio che approfondiscono temi specifici, presentano proposte all’Assemblea stessa e portano avanti le iniziative del Comitato. Qualsiasi aderente può far parte dei gruppi di lavoro.

Il gruppo di lavoro nomina al suo interno un responsabile che promuove e coordina le attività del gruppo, mantiene i contatti con il Coordinamento e che eventualmente espone una relazione annuale alla Assemblea.

ARTICOLO 8: FONDI

Le risorse del Comitato sono costituite dai contributi volontari ricevuti e dalle entrate rivenienti dalle iniziative del Comitato. Esso sono utilizzati per l’ICS e per le iniziative del Comitato nell’interesse esclusivo dell’ICS. Alla fine di ogni anno scolastico il Coordinamento sottopone all’approvazione dell’Assemblea il rendiconto economico.

ARTICOLO 9: MODIFICHE DELLO STATUTO

Il presente Statuto potrà essere successivamente modificato dalla maggioranza qualificata dei tre quarti dell’assemblea dei genitori, convocata con specifico ordine del giorno.

ARTICOLO 10: PUBBLICITA’

Il presente statuto viene trasmesso al collegio dei docenti, al consiglio di circolo, e alla direzione didattica e protocollato presso l’amministrazione comunale. Lo statuto viene esposto nelle bacheche in ogni plesso scolastico e consegnato agli studenti e allegato al regolamento di circolo per farne parte integrante e sostanziale.

San Giuliano Milanese, 24 marzo 2011